A casa non ho né la TV né internet, ma non mi mancano certo le cose da fare. Non c’è giorno in cui non ho voglia di andare a lavorare. Correre in moto non è mai stato un lavoro. I camion sono sempre stati il mio orizzonte, non un piano B nel caso in cui qualcos’altro non vada bene. Quello è il vero mondo ed è lì che voglio stare.

Mi piacciono anche le mountain bike. Faccio le 24 ore in solitaria nel bel mezzo dell’inverno scozzese. Mi piace perchè mi fa soffrire. Sono sempre alla ricerca di una gara estrema per vedere se ce la faccio fisicamente.

Gli attrezzi sono sempre stati parte della mia vita. Alcune settimane, quando ero più piccolo, sono riuscito a spendere la maggior parte del mio stipendio per comprare gli ultimi attrezzi arrivati da Snap-On.

Dopo aver lavorato, guidato per 18 miglia per arrivare a casa ed essere stato nel mio capannone a lavorare sulla bici o a sistemare motori, leggo. Il mio autore preferito è George Orwell. I suoi libri, 1984 e la Fattoria degli Animali mi hanno cambiato la vita. Ho letto qualsiasi tipo di libro, ma non sono abbastanza intelligente per gestire tutte le idee che mi hanno messo in testa.

Ho avuto diverse macchine veloci, ma nessuna batte la mia Volvo Amazon. Ha un motore moderno a sei cilindri con un turbo potentissimo. È più veloce di una Ferrari. L’ha costruita un tale che ha lavorato per Koenigsegg e io l’ho comprata un paio di anni fa, ma l’ho fatta esplodere un paio di volte.

La cosa che amo in assoluto di più è il mio cane, Nigel. È un Labrador. E’ ancora un cucciolo, ma è fantastico.